Responsabilità Sociale

Unity Euro Cup 2022: la FIGC aderisce alla manifestazione di Nyon dedicata ai rifugiati

La Federazione presente all’iniziativa del prossimo 29 giugno con una delegazione del Progetto Rete Refugee Teams

lunedì 20 giugno 2022

Unity Euro Cup 2022: la FIGC aderisce alla manifestazione di Nyon dedicata ai rifugiati

Per celebrare la Giornata Internazionale del Rifugiato, l’UEFA, in collaborazione con UNHCR (Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati) lancia la Unity Euro Cup 2022, la prima manifestazione internazionale dedicata ai rifugiati, in programma il prossimo 29 giugno a Nyon. 

Otto le Associazioni Nazionali - Austria, Belgio, Francia, Germania, Italia, Malta, Repubblica d’Irlanda e Svizzera - selezionate tra quelle che hanno espresso il proprio interesse a prendere parte a un’iniziativa di carattere sociale, promossa dall’UEFA nell’ambito della propria Strategia di Sostenibilità che tutte le Associazioni dovranno sviluppare entro il 30 giugno 2023.

La FIGC, che da anni, attraverso il Progetto Rete Refugee Teams, l’attività sviluppata dal Settore Giovanile e Scolastico, in collaborazione con il Ministero dell’Interno, l’ANCI, la Fondazione Cittalia, la Rete SAI, e con il supporto di Eni e Puma, è impegnata sul tema calcio-integrazione,  aderirà alla manifestazione con una propria delegazione. Ambassador del Team Italia, sarà Demetrio Albertini, Presidente del Settore Tecnico Federale, mentre la formazione che scenderà in campo, sarà formata dai ragazzi del centro di accoglienza di Carmiano (Lecce), vincitori dell’edizione 2021 del Torneo Refugee Teams.

Oggi, presso l’Auditorium UEFA, verrà effettuato il sorteggio che abbinerà tra loro le otto formazioni che il prossimo 29 giugno, presso lo stadio di Colovray - sede UEFA di Nyon - si affronteranno in un torneo 7 vs 7 che sarà arbitrato dall’arbitro internazionale Roberto Rosetti.