I migliori della Serie A

I migliori italiani della 28^ giornata di campionato secondo le valutazioni dei media

Due splendidi veterani fanno capolino per l’ennesima volta in stagione, accompagnati dallo squillo di un azzurrino e dall’ennesimo autore di un “gol dell’ex”

lunedì 18 marzo 2019

I migliori italiani della 28^ giornata di campionato secondo le valutazioni dei media

Ecco i calciatori italiani con la miglior media-voto comparativa tra i più diffusi quotidiani sportivi (La Gazzetta dello Sport, Corriere dello Sport e Tuttosport).

GLI “IN” DEL CAMPIONATO

Fabio QUAGLIARELLA (G 7,5; C 7,5; T 7,5) Sassuolo–Sampdoria 3-5

In questo match a dir poco pirotecnico, guarda caso, finisce agli onori delle cronache l’immortale Quagliarella che, fresco di convocazione da parte di Mancini per i primi due impegni di qualificazione ad Euro 2020, consegna agli archivi un’altra performance da applausi, l’ennesima di questa folgorante stagione. 21 reti, 7 assist “and counting” come dicono dall’altra parte dell’Oceano: entrambi record personali con ancora dieci partite da disputare. Gli basta toccare pochi palloni per essere decisivo. Nulla da aggiungere.

Riccardo ORSOLINI (G 7; C 7,5; T 7) Torino–Bologna 2-3

Sta salendo decisamente di colpi il talentuoso esterno offensivo rossoblu nelle ultime settimane. Ispira l’azione dalla quale scaturisce la prima rete emiliana e poi decide di imprimere il suo marchio sul tabellino con una rete di alta scuola. Vittoria pesante in chiave salvezza e prestazione decisamente importante in ogni zona del campo per lui.

Stefano SORRENTINO (G 7; C 7,5; T 7) Atalanta–Chievo 1-1

C’è davvero poco da fare, lui è l’autentico valore aggiunto del Chievo e, quando si esalta (molto spesso a dire il vero…), superarlo diventa impresa di rara difficoltà. Sulla soglia dei 40 non cede minimamente il passo e diventa l’incubo di Zapata e Gomez che si infrangono sui suoi guantoni.

Stefano STURARO (G 7,5; C 7; T 7) Genoa–Juventus 2-0

Entra a gara in corso e cambia volto al Genoa segnando il più classico del gol degli ex, bello per giunta, a pochi istanti dal suo ingresso ed al primissimo pallone toccato. Dinamico e voglioso, ha indubbiamente inciso in maniera netta sulla partita, costringendo la sua ex squadra a digerire la prima battuta d’arresto in campionato di questa stagione.