Nazionale Beach Soccer Femminile

A Tirrenia si è concluso il secondo raduno. Del Duca: “Un altro passo in avanti”

Nella struttura al coperto del Centro di Preparazione Olimpica, dopo quello di ottobre, si è svolto il secondo collegiale per formare la Nazionale che avrà come primo obiettivo la qualificazione all’Europeo

giovedì 7 aprile 2022

A Tirrenia si è concluso il secondo raduno. Del Duca: “Un altro passo in avanti”

Si è concluso oggi al Centro di Preparazione Olimpica di Tirrenia il raduno della Nazionale Femminile di Beach Soccer. La neonata compagine Azzurra, dopo la prima volta a ottobre e al suo secondo appuntamento collegiale di sempre, si è ritrovata per cinque giorni nella struttura al coperto appena ultimata per ospitare, anche durante la stagione avversa, le attività legate al calcio sulla sabbia: “Contrariamente agli altri anni – spiega il Ct Emiliano Del Duca – abbiamo la possibilità di anticipare la preparazione, in particolare per le ragazze che, per la prima volta nella storia di questa disciplina, dovranno affrontare impegni importanti come la qualificazione agli Europei in programma agli inizi di luglio in Portogallo". Un appuntamento che sarà il battesimo del fuoco per le beachers Azzurre: “Abbiamo fatto un altro passo in avanti per questa squadra che è in via di formazione. Dopo quello di ottobre – continua il tecnico Azzurro – siamo al secondo collegiale e altri sono in programma. In questi cinque giorni, ho avuto modo di valutare altre ragazze e altre ne vedremo perché alla fine del percorso si possa mettere insieme il miglior gruppo possibile e avere la chance di superare il turno di qualificazione e competere nel torneo continentale. Arrivare a giocare un Europeo sarebbe un’esperienza impagabile e la migliore occasione di crescita per le ragazze".

Molte di loro provengono dal calcio a 11 come il portiere del Napoli, Serie A femminile Kelly Chiavaro,  alla sua prima convocazione, o Claudia Saggion, che gioca nella Serie B femminile con il Cittadella. Per similarità di gioco, anche il futsal rappresenta un possibile bacino da cui trarre benefici: ne è un esempio Maria Fabiana Vecchione, che con l’Irpinia Futsal ha recentemente vinto la Coppa Italia: “Sfruttiamo la stagionalità del beach soccer – dice Del Duca – che dà alle ragazze la possibilità, l'inverno, di praticare queste due diverse discipline per arrivare preparate agli appuntamenti internazionali. In tendenza, per la crescita del movimento, sarebbe auspicabile si avviasse un processo di specializzazione tecnico-agonistica per formare in modo specifico gli atleti del beach soccer, disciplina per caratteristiche molto diversa dal calcio a 11 o a 5.”

Angela Ruotolo, 28 anni, portiere dello Spezia femminile di calcio a 11 e del Terracina Beach Soccer, è al suo secondo raduno: “Sono felice di essere stata riconfermata dal Ct in questo collegiale. Vestire la maglia Azzurra è un sogno che coltivavo sin da piccola. Far parte della prima Nazionale femminile porta con sé prestigio e una grande responsabilità: nel nostro piccolo mondo ci conosciamo tutte e siamo consapevoli del privilegio che ci viene offerto". Napoletana di origine, Angela si appassiona al calcio sulla sabbia cinque anni fa mentre gioca per il Napoli Dream Team (a 11): l’intuizione dell’allenatore di allora, Elio Aielli, l’ha portata a sperimentare questa nuova disciplina: “Il mister ci propose, per tenersi in forma, di provare a giocare a pallone sulla sabbia. Un esperimento che ebbe successo e io mi sono innamorata". Da allora ha avviato una carriera parallela, sull’erba e sulla sabbia: vince il campionato a 11 in Serie C con la Torres, per poi fare altre esperienze con il Cittadella e attualmente con lo Spezia. Dallo scorso anno è con il Terracina Beach Soccer con cui, questa estate, disputerà il campionato: “Ho investito molto sul calcio: se guardo indietro e penso che il mio primo approccio nasce rispondendo ad un post su Facebook messo circa 10 anni fa da alcuni dirigenti che volevano formare una squadra femminile a Napoli e poi essere arrivata qui, in Nazionale, è un percorso che mi dà fiducia e mi riempie di orgoglio". Sul prossimo obiettivo, la qualificazione all’Europeo, Angela conclude: “In questi due raduni penso di essere migliorata, grazie ai consigli di Nino Nosdeo (preparatore dei portieri) e la stessa cosa ho visto succedere nel gruppo. C’è ancora strada da fare, ma siamo tutte fiduciose e cariche: ce la metteremo tutta per ben figurare e coronare un sogno, quello di essere le prime a disputare un Europeo di Beach Soccer".

L'elenco delle convocate

Portieri: Angela Ruotolo (Spezia), Kelly Chiavaro (Napoli), Monia Fichera (Tombolo), Jessica Maranella (Montorio 88);

Giocatrici di movimento: Vanessa Aversa (Latina), Alice Ferrazza (Trastevere), Roberta Illiano (Academy Dream Team), Francesca Maiorca (Latina), Francesca Mellano (Pinerolo), Debora Naticchioni (Latina), Giulia Olivieri (Vis Mediterranea), Syria Pagiarino (Ternana), Melania Pisa (Lugano), Chiara Poli (Sambenedettese), Rebecca Ponzini (Sambenedettese), Veronica Privitera (Jasnagora), Claudia Saggion (Brescia), Fabiana Vecchione (Cittadella).