Esplora il Museo

La fondazione Museo del Calcio

Il Museo del Calcio di Coverciano racchiude la storia della Nazionale italiana di calcio e della Figc, attraverso il percorso espositivo è possibile rivivere le emozioni ed i ricordi legati alla storia presente e passata degli Azzurri e delle Azzurre.

Il percorso museale è articolato in tre sale: nella prima sala sono raccolti cimeli e documenti che raccontano la Nazionale a partire dai suoi esordi fino agli anni Sessanta.

Iniziando il percorso è possibile osservare il cimelio più antico del Museo: si tratta del gagliardetto della partita amichevole Italia-Austria, giocata il 15 gennaio 1922 al Velodromo Sempione di Milano e terminata con il risultato di 3-3.

Altro cimelio straordinario in questa sezione è la maglia con cui Silvio Piola ha esordito in Nazionale il 24 marzo 1935 contro l’Austria e sulla quale la madre dell’attaccante azzurro ha cucito una dedica al figlio. 

Il percorso prosegue con alcune maglie che ripercorrono la storia della Nazionale dal dopoguerra fino al 1968. Tra queste, è presente la maglia verde numero 8 indossata da Celestino Celio in occasione della partita amichevole Italia-Argentina, disputata a Roma nel 1954.

La sezione successiva raccoglie la storia delle Nazionali guidate dal Ct Bearzot dal 1978 al 1986.

Nella seconda sala potrete vedere i cimeli che raccontano la storia della Nazionale maschile, dal 1990 fino ai giorni nostri, e della Nazionale femminile. Tra i cimeli più prestigiosi si possono notare CIAO, la celebre mascotte del Mondiale di Italia ’90, e la maglia numero 6 indossata da Franco Baresi al Mondiale del 1994 disputatosi negli USA.

Passando attraverso il corridoio “immersivo”, in cui video, immagini e suoni ci fanno ripercorrere la storia azzurra, si giunge nella terza sala del museo. Qui sono raccolti i trofei della Nazionale maschile: 4 vittorie ai Campionati del Mondo (1934 in casa. 1938 in Francia, Spagna ’82 e 2006 in Germania), gli Europei del 1968 e la Coppa Internazionale del 1930. Sono presenti inoltre i tre trofei originali degli Europei Under 21 conquistati dagli Azzurrini tra il 1992 e il 1996, la coppa dell’Europeo del 2003 alzato dalla Nazionale di futsal e la coppa di Eeuro 2020 della eNazionale TIMVISION PES.

Al primo piano è presente una sala dedicata a mostre temporanee ed eventi privati.

Entrare al Museo del Calcio significa anche poter visitare l’area dei campi del Centro Tecnico Federale di Coverciano dove si allena la Nazionale maggiore.

*L’accesso al Centro Tecnico FIGC di Coverciano può subire delle limitazioni in occasione dei ritiri della Nazionale maggiore maschile.

 

Mostre

La Fondazione Museo del Calcio ospita regolarmente, all’interno dei suoi spazi, mostre temporanee ed eventi culturali finalizzati alla promozione della cultura sportiva e alla valorizzazione del ricco patrimonio storico presente all’interno della Fondazione stessa.  Oltre all’esposizione permanente, la Fondazione Museo del Calcio organizza periodicamente mostre itineranti su tutto il territorio nazionale, presso altri musei ed istituzioni pubbliche.  La Fondazione inoltre promuove e favorisce rapporti di collaborazione con altri Musei e centri culturali, italiani ed esteri, attraverso il prestito di cimeli e la fruizione di numerosi documenti conservati nel proprio archivio storico.

Mediagallery