Distintivo F.I.G.C. degli anni '50 ricamato in canutiglia oro.

Notizie

La FIGC è costituita a Torino il 26 marzo 1898 come FIF (Federazione Italiana del Football, che resterà in vigore fino al 1909), su iniziativa di un Comitato istituito il 15 marzo, che elegge al vertice della neonata associazione l'ingegnere Mario Vicary, al termine dei lavori di una sorta di Costituente presieduta dal Conte D'Ovidio. Poco più di due mesi dopo, l’8 maggio 1898, viene organizzata al Velodromo Umberto I di Torino la prima edizione del Campionato italiano di calcio, con 4 squadre partecipanti: Fc Torinese, Genoa, Ginnastica Torino, Internazionale Torino; sarà il Genoa ad imporsi nel Torneo, conquistando di fatto quello che sarebbe poi passato alla storia come il primo scudetto. Nell’occasione, al club genoano andò la Coppa messa in palio dal Duca degli Abruzzi Luigi Amedeo di Savoia-Aosta, aggiudicato definitivamente dopo il 3° scudetto del 1900, trofeo recentemente ritrovato e oggi in esposizione al Museo della storia del Genoa. Negli anni seguenti, il calcio riesce rapidamente a fare proseliti in tutta Italia, coagulando attorno a sé i fermenti e le iniziative che avevano già contagiato le grandi città, da Genova a Roma, da Torino a Palermo, da Milano a Napoli. L’esordio della Nazionale è datato 15 maggio 1910, all’Arena di Milano, in maglia bianca (Italia - Francia 6-2); l’anno successivo, contro l’Ungheria, fa la sua prima apparizione la maglia azzurra, in omaggio al colore di casa Savoia.