Autografi della Nazionale Italiana Olimpica di calcio, 3° classificata alle Olimpiadi di Amsterdam del 1928. Sul retro di una cartolina ricordo di Amsterdam, con tutti i francobolli emessi in onore della competizione. Dono della famiglia Banchero.

Gianpiero Combi, Umberto Caligaris, Virginio Rosetta, Attilio Ferraris, Gino Rossetti, Adolfo Baloncieri , Elvio Banchero , Fulvio Bernardini, Virgilio Felice Levratto , Angelo Schiavio, Mario Magnozzi, Augusto Rangone, Piero Pastore, Giovanni De Prà, Valentino Degani, Delfo Bellini, Felice Gasperi, Silvio Pietroboni, Pietro Genovesi, Antonio Janni, Alfredo Pitto
Olimpiadi di Amsterdam 1928
1928
Amsterdam

Notizie

I Giochi della IX Olimpiade si sono svolti ad Amsterdam nei Paesi Bassi dal 28 luglio al 12 agosto 1928. Il torneo di football si svolge un mese prima rispetto ai giochi, per differenziarlo dagli altri sport per la questione del dilettantismo. L’oro va ancora al favorito Uruguay a spese dell’Argentina. La finale è eterna: gli uruguaiani vincono per 2-1, ma dopo 2 partite (la prima terminata 1-1 ) e ben 210′ totali di gioco. L’Italia, che ha come commissario unico Augusto Rangone, presenta due future stelle assolute: Schiavio centravanti e Combi tra i pali, che sei anni dopo trionferanno ai Mondiali. La nostra Nazionale è la rivelazione e conquista il bronzo, migliore classificata tra le europee. In semifinale cede il passo solamente ai futuri olimpionici. Finisce 2-3, ma gli azzurri chiudono all’attacco e nei minuti finali Levratto, votato come il miglior calciatore europeo dei Giochi, viene atterrato in area da Canavesi, ma l’abritro, tra le proteste generali, non concede il rigore. C’è delusione, ma la sconfitta è più che onorevole, tanto che il quotidiano inglese “The Telegraph” titolerà «Evviva il perdente!» in omaggio agli sfortunati italiani.