UEFA EURO 2020: inizia da Roma il Festival del calcio europeo

Nel 2020 il Campionato Europeo sarà itinerante: le 51 gare previste in 12 città. La capitale sarà il punto di partenza dell’evento, con la cerimonia e il match inaugurali il 12 giugno 2020 allo Stadio Olimpico, che ospiterà 3 gare del girone e un Quarto di finale.

UEFA EURO 2020, il primo Campionato Europeo itinerante di calcio ideato per celebrare i 60 anni della manifestazione e promuovere un grande festival del calcio continentale, muoverà i primi passi da Roma, sede della cerimonia inaugurale e della gara d’apertura venerdì 12 giugno 2020. Saranno proprio l’Italia di Roberto Mancini - l’unica nazionale insieme al Belgio a vincere tutte le partite delle qualificazioni - e la Turchia a sfidarsi allo Stadio Olimpico, con calcio d’inizio alle ore 21. Con Roma, saranno altre undici le città ospitanti: Amsterdam, Baku, Bilbao, Bucarest, Budapest, Copenaghen, Dublino, Glasgow, Londra, Monaco e San Pietroburgo. Otto sedi sono capitali europee, undici stadi hanno una capienza superiore a 50mila posti.

Sarà la terza volta di un Europeo di calcio in Italia, dopo le edizioni del 1968 e 1980, e per Roma sarà l’occasione di ospitare la gara inaugurale dopo essere stata teatro di due finali; allo Stadio Olimpico i tifosi italiani potranno assistere ad altre due gare degli Azzurri nel Gruppo A, quelle contro la Svizzera in programma mercoledì 17 giugno alle 21 e contro il Galles prevista domenica 21 giugno alle 18. L'Olimpico ospiterà poi un quarto di finale, sabato 4 Luglio alle ore 21.

Roma sarà, insieme con Londra che ospiterà anche semifinali e finale, una sede centrale di questo grande evento internazionale, il terzo per interesse e valore dopo Olimpiadi e Mondiale di calcio. In tal senso, hanno contribuito il valore universale di Roma, l’eredità della lingua e della cultura latina matrice comune della società europea; il ruolo che la città ha interpretato nel processo di unificazione europea, la posizione geografica del Paese che ne fa il naturale punto d’incontro dell’Europa, in grado di unire i popoli dall’Atlantico al Mar Nero e di aprire un ponte ideale oltre il Mediterraneo, le straordinarie location a disposizione delle Fan Zone, la millenaria vocazione sportiva della città. Così come il contributo della Federazione italiana per lo sviluppo del calcio europeo, fin dalla costituzione della UEFA, il valore che il calcio italiano rappresenta nel mondo, la qualità dello Stadio Olimpico di Roma e del Parco del Foro Italico.

A coordinare la cabina di regia del Comitato Organizzatore locale è la FIGC, che sta valorizzando i grandi eventi internazionali come volano di crescita e sviluppo, insieme a Governo, Comune di Roma e, per lo Stadio Olimpico, CONI e Sport e Salute. Ogni soggetto sta portando un grande valore all’organizzazione di un evento così complesso, grazie anche al sostegno del Governo e di stakeholder locali, tra i quali Aeroporti di Roma.

Biglietti. Le prime due fasi di vendita dei biglietti, avvenute la scorsa estate e a dicembre, sono terminate. Sono previste due ulteriori “finestre” per l’acquisto dei tagliandi, ad aprile 2020 (dopo gli spareggi che qualificheranno alla fase finale le ultime quattro nazionali) e a maggio. Va ricordato che i tifosi che hanno ottenuto i biglietti, ma che non potranno assistere alle partite, potranno rivendere i tagliandi attraverso la piattaforma ufficiale UEFA. I dettagli sulla rivendita dei biglietti saranno comunicati nella primavera 2020.

 

Volontari. Tra i punti fondamentali del torneo dal punto di vista del coinvolgimento delle giovani generazioni, il Programma Volontari ha reclutato circa 1000 persone, con l'obiettivo di creare una squadra variegata e multiculturale. Sarà un’occasione unica per essere parte di uno dei più rilevanti eventi sportivi di tutti i tempi, che attraverso il calcio metterà in contatto le popolazioni europee.

Fan Zone. La Fan Zone UEFA è stata strutturata in due aree distinte: il ‘Football Village’, un’area dedicata alle attività calcistiche e alle attività degli sponsor, con la possibilità di vedere le partite su schermi aperta tutti i giorni della competizione, e la ‘Fan Zone’, la classica area destinata alla visione in massa delle partite su maxischermi, aperta i giorni di gara di ogni città e per le gare della rispettiva Nazionale. A Roma, il concept in fase di condivisione con le autorità vuole presentare il centro città come una grande e scenografica area per i tifosi e i turisti dell’Europeo. Il ‘Football Village’, attivo dall’11 giugno al 12 luglio, sorgerà a Piazza del Popolo e in quattro ‘hotspot’ situati a Largo dei Lombardi, Piazza Mignanelli, Piazza San Silvestro e Largo San Lorenzo in Lucina: l’ingresso sarò libero (orario da definire) e oltre a vedere le partite sarà possibile assistere a emozionanti spettacoli dal vivo e usufruire degli stand gastronomici allestiti nell’area. Si potranno inoltre “testare” le proprie abilità sui mini-campi che sorgeranno nell’area. La Fan Zone (anche qui l’ingresso sarà gratuito) sarà a Largo Corrado Ricci, in Via dei Fori Imperiali, l’imponente strada che in un senso porta al Colosseo e nell’altro a Piazza Venezia. Sarà aperta nei giorni di gara a Roma - 12, 17 e 21 giugno, 4 luglio - oltre che in altre giornate da ufficializzare.

Il concept in fase di condivisione con le autorità vuole presentare il centro di Roma come una grande e scenografica area per i tifosi e i turisti dell’Europeo: il ‘Football Village’ allestito con attività per bambini e famiglie, disponibile anche per consentire ai tifosi un facile raggiungimento dello Stadio Olimpico; la ‘Public Viewing Area’ - stessa area che ospiterà anche il Concerto inaugurale – in luoghi caratteristici che possano offrire la migliore cartolina di Roma nel mondo. Altre attivazioni di alto impatto spettacolare saranno previste nella Città Eterna.

Il sito www.figc.it è gestito dalla FIGC. La UEFA non si assume alcuna responsabilità legale per l'accuratezza o la completezza di qualsiasi informazione su questo sito e le opinioni espresse non rappresentano i pensieri o le politiche della UEFA. La parola UEFA, il logo UEFA, i marchi UEFA e tutti i filmati relativi alle competizioni UEFA sono di proprietà della UEFA e sono protetti da copyright, marchio commerciale e ogni altra legge sulla proprietà intellettuale. Nessun uso può essere fatto di tali loghi o marchi.