EURO 2020 si giocherà nel 2021: l'11 giugno la gara inaugurale allo Stadio Olimpico di Roma

Inizialmente previsto dal 12 giugno al 12 luglio dello scorso anno, si disputerà dall'11 giugno all'11 luglio prossimi. Dal Governo l'ok per il ritorno del pubblico allo stadio, nella misura del 25% della capienza

La UEFA posticipa EURO 2020. L'Europeo si giocherà nel 2021

L'emergenza legata alla diffusione del Covid-19 ha costretto l'esecutivo UEFA a ufficializzare il rinvio di un anno di EURO 2020. Inizialmente previsto dal 12 giugno al 12 luglio 2020, si giocherà dall'11 giugno all'11 luglio prossimi.

La UEFA ha rassicurato i possessori di biglietti e i clienti di hospitality: qualora non potessero partecipare al torneo nel 2021, il valore nominale dei loro biglietti e dei pacchetti verrebbe rimborsato per intero. Entro il 26 gennaio 2021 era stata istituita una prima finestra all'interno della quale i tifosi hanno potuto chiedere il rimborso dei tagliandi. Un'ulteriore finestra è stata aperta nel mese di aprile, successiva all'ufficialità delle percentuali di riempimento degli stadi delle città ospitanti: dal Governo italiano è arrivato l'ok per accogliere il pubblico allo Stadio Olimpico di Roma nella misura del 25% della capienza dell'impianto. 

Nei primi giorni del mese di maggio, UEFA effettuerà un sorteggio tra coloro che hanno confermato il loro posto, informando ogni singolo possessore dell'esito del sorteggio stesso. 

QUI tutte le informazioni sulla biglietteria nell'apposita sezione del sito UEFA.

UEFA EURO 2020, il primo Campionato Europeo itinerante di calcio ideato per celebrare i 60 anni della manifestazione, muoverà i suoi primi passi da Roma, sede della cerimonia inaugurale e della gara d’apertura, kickoff di un torneo ospitato in 11 città (Roma, Amsterdam, Baku, Bucarest, Budapest, Copenhagen, Glasgow, Londra, Monaco, Siviglia e S. Pietroburgo). Le città ospitanti in cui era previsto UEFA EURO 2020 erano inizialmente 12, prima del forfait di Dublino: le gare previste a Bilbao sono state riprogrammate a Siviglia, mentre i match che si sarebbero dovuti giocare in Irlanda sono stati trasferiti a San Pietroburgo (fase a gironi) e a Londra (ottavo di finale).

I tifosi con biglietti per le partite di Roma dovranno tenere in considerazione che non ci saranno esenzioni sulle restrizioni per i viaggi che saranno in vigore in quel periodo per le persone che arrivano in Italia dall’estero.

Numerosi gli stakeholder coinvolti nell'organizzazione delle quattro gare (tre della fase a gironi e un quarto di finale) previste a Roma: FIGC, Governo, Roma Capitale, CONI, Sport e Salute, Aeroporti di Roma.

Il sito www.figc.it è gestito dalla FIGC. La UEFA non si assume alcuna responsabilità legale per l'accuratezza o la completezza di qualsiasi informazione su questo sito e le opinioni espresse non rappresentano i pensieri o le politiche della UEFA. La parola UEFA, il logo UEFA, i marchi UEFA e tutti i filmati relativi alle competizioni UEFA sono di proprietà della UEFA e sono protetti da copyright, marchio commerciale e ogni altra legge sulla proprietà intellettuale. Nessun uso può essere fatto di tali loghi o marchi.