FIGC - Tifosi - news https://www.figc.it Thu, 19 Sep 2019 06:23:46 +0200 FIGC Feed Generator Ultime news FIGC.IT IT European Qualifiers: da venerdì in vendita i biglietti per Liechtenstein-Italia https://figc.it/it/tifosi/news/european-qualifiers-da-venerdì-in-vendita-i-biglietti-per-liechtenstein-italia/ figc.it Tue, 17 Sep 2019 10:16:36 +0200 https://figc.it/it/tifosi/news/european-qualifiers-da-venerdì-in-vendita-i-biglietti-per-liechtenstein-italia/ Gli Azzurri di Mancini scenderanno in campo a Vaduz martedì 15 ottobre alle 20.45 nell’ottava giornata... A partire dalle ore 12 di venerdì 20 settembre fino ad esaurimento, e comunque non oltre le ore 17 di martedì 8 ottobre, sarà possibile acquistare i biglietti del settore riservato ai tifosi italiani per Liechtenstein–Italia, gara di qualificazione a EURO 2020, in programma martedì 15 ottobre 2019 al Rheinpark Stadion di Vaduz, con inizio alle ore 20:45.

Le modalità per l’acquisto dei tagliandi, secondo le procedure vigenti in Italia, e i siti internet di riferimento della biglietteria sono i seguenti:

PER GLI ITALIANI RESIDENTI IN LIECHTENSTEIN, SVIZZERA, GERMANIA E AUSTRIA

www.travelclub.ch

PER GLI ITALIANI RESIDENTI IN ITALIA E ALTRI PAESI

www.figc.it e www.vivaticket.it

 

]]>
Buon compleanno a Simone Perrotta! https://figc.it/it/tifosi/news/compleanno-simone-perrotta-2019/ figc.it Mon, 16 Sep 2019 10:24:53 +0200 https://figc.it/it/tifosi/news/compleanno-simone-perrotta-2019/ Il 17 settembre del 1977 ad Ashton-under-Lyne, nei pressi di Manchester, nasce Simone Perrotta, centrocampista duttile e... Il 17 settembre del 1977 ad Ashton-under-Lyne, nei pressi di Manchester, nasce Simone Perrotta, centrocampista duttile e dinamico nonché Campione del Mondo in Germania nel 2006.

Cresciuto in provincia di Cosenza, debutta nel calcio professionistico indossando la maglia della Reggina. Nel 1998 approda alla Juventus, che lo fa esordire in Serie A e nella UEFA Champions League, ma è con le maglie di Bari e Chievo che riesce pienamente ad affermarsi, conquistando prima l’Azzurro poi il passaggio alla Roma. In Giallorosso gioca fino a fine carriera, nove stagioni in cui conquista due Coppe Italia ed una Supercoppa Italiana.

La prima convocazione in Nazionale arriva da Marco Tardelli per l’Under 21: con gli Azzurrini Perrotta vince il Campionato Europeo di categoria nel 2000. Nel 2002, a 25 anni, esordisce con la Nazionale maggiore nell’amichevole con la Turchia, convincendo man mano Giovanni Trapattoni ad inserirlo nella lista dei convocati per gli Europei del 2004, manifestazione nel corso della quale, contro la Bulgaria, firma il suo primo gol in maglia azzurra. Due anni dopo è invece titolare in tutte e sette le partite del Mondiale 2006 in Germania, dove alla fine gli Azzurri di Marcello Lippi si laureano Campioni del Mondo. Perrotta partecipa poi anche agli Europei del 2008, prima di giocare la sua quarantottesima ed ultima gara in Azzurro nell’amichevole di lusso contro il Brasile a Londra del 2009.

]]>
3^ giornata di campionato: i consigli per il Fantacalcio https://figc.it/it/tifosi/news/fantacalcio-20192020-3-giornata/ figc.it Fri, 13 Sep 2019 12:47:41 +0200 https://figc.it/it/tifosi/news/fantacalcio-20192020-3-giornata/ Il programma si apre col match delle 15 di domani tra Fiorentina e Juventus, una rivalità sentitissima che ha spesso prodotto incontri vibranti. Il Napoli, invece, sarà... Il programma si apre col match delle 15 di domani tra Fiorentina e Juventus, una rivalità sentitissima che ha spesso prodotto incontri vibranti. Il Napoli, invece, sarà a caccia di riscatto contro una Sampdoria già alla ricerca di punti mentre l’Inter tenterà di approfittarne ad Udine. Interessante e, sulla carta da “over”, Genoa – Atalanta.

 

PORTIERI

La media voto di altissimo livello che lo caratterizza ormai dal suo approdo in granata fa di Sirigu una puntata sicura, specie se contro vedrà palesarsi un Lecce non ancora messo a punto. Le difficoltà realizzative sinora mostrate dal Cagliari, consigliano anche l’opzione low cost targata Sepe che potrebbe strappare un clean sheet. Il Napoli è reduce da sette reti al passivo in 180’, serve una svolta: che arrivi già domani per Meret e la sua retroguardia?

 

DIFENSORI

Grande la condizione atletica già messa in mostra da De Silvestri che non sembra voler intaccare una media voto condita da vari bonus che lo ha contraddistinto durante tutta la scorsa stagione. L’impatto con la Serie A, nel tiratissimo match contro il Napoli, è stato duro per l’astro nascente juventino De Ligt che avrà l’arduo compito di non far rimpiangere Chiellini, magari anche con qualche bonus pesante che è nelle sue corde. Il Parma cerca in Darmian una pedina di grande esperienza e versatilità, motivata dalla voglia di rilanciarsi dopo una significativa ma altalenante avventura al Manchester United: alla sua (probabile) prima con gli emiliani, vorrà lasciare il segno.

 

CENTROCAMPISTI

Il talento e la fisicità di Milinkovic-Savic appaiono esaltati come non si vedeva forse da un anno; il serbo è potenzialmente una macchina da bonus come poche se ne trovano in giro e su, un campo difficile come quello di Ferrara, la sua zampata sarebbe determinante. I gradi di Capitano dell’Under 21 sono il giusto riconoscimento per Locatelli, divenuto pietra angolare del progetto di De Zerbi: all’Olimpico di Roma occorrerà la sua leadership. Molto intrigante l’avventura del Brescia che ha deciso di dare il palcoscenico della Serie A agli uomini che hanno lottato e guadagnato la promozione come Bisoli, apparso a suo agio in questo prologo stagionale.

 

ATTACCANTI

Deve spezzare il sortilegio il centravanti milanista Piatek: l’astinenza da gol non può e non deve durare per sempre, puntate su di lui. La Fiorentina fu la prima vittima della prima parentesi bianconera di Higuain; chissà se arriverà ancora un suo acuto a conclamare il ritorno in pompa magna alla Juventus dopo il bellissimo gol al Napoli? Dopo la rottura del digiuno con la maglia azzurra, Immobile sarà ancor più corroborato e determinato nel mettere a referto il proprio nome tra quello dei marcatori di questo turno di campionato.

]]>
European Qualifiers: in vendita i tagliandi per la sfida di Roma con la Grecia https://figc.it/it/tifosi/news/european-qualifiers-da-lunedì-in-vendita-i-biglietti-per-ltalia-grecia/ figc.it Thu, 12 Sep 2019 14:47:01 +0200 https://figc.it/it/tifosi/news/european-qualifiers-da-lunedì-in-vendita-i-biglietti-per-ltalia-grecia/ “Mi piacerebbe vedere un Olimpico pieno come a Italia ‘90”. È questo l’auspicio del Ct della Nazionale Roberto Mancini, che chiede il sostegno di tutti i tifosi azzurri per il match con la Grecia in programma sabato 12 ottobre (ore 20.45) a Roma... “Mi piacerebbe vedere un Olimpico pieno come a Italia ‘90”. È questo l’auspicio del Ct della Nazionale Roberto Mancini, che chiede il sostegno di tutti i tifosi azzurri per il match con la Grecia in programma sabato 12 ottobre (ore 20.45) a Roma. Con una vittoria l’Italia staccherebbe il pass per il primo Campionato Europeo itinerante della storia, il cui match inaugurale si terrà proprio nella Capitale il prossimo 12 giugno.

I biglietti per assistere a Italia-Grecia possono essere acquistati presso i punti vendita Vivaticket (https://www.vivaticket.it/ita/ricercapv) e sui siti www.figc.it e www.vivaticket.it.

I prezzi dei biglietti, a cui vanno aggiunti i diritti di prevendita, sono i seguenti:                                               

- TRIBUNA D’ONORE                                                                                     

Euro 70

- TRIBUNA MONTE MARIO                                                                           

Euro 60

- TRIBUNA MONTE MARIO RIDOTTO                                                           

Euro 40

- TRIBUNA MONTE MARIO RIDOTTO VIVOAZZ.                                          

Euro 30

- TRIBUNA TEVERE                                                                                        

Euro 20

- TRIBUNA TEVERE RIDOTTO                                                                      

Euro 14

- TRIBUNA TEVERE RIDOTTO VIVOAZZ.                                                     

Euro 10

- TRIBUNA TEVERE PROMO FAMIGLIA X 3    

Euro 30

  - TRIBUNA TEVERE PROMO FAMIGLIA X 4    

Euro 40    

- CURVE E DISTINTI                                                                                       

Euro 10

- TRIBUNA TEVERE, DISTINTI E CURVE RIDOTTO UNDER 12                 

Euro   5

Tante le promozioni per un match che non mette in palio solo i tre punti, ma che sarà anche l’occasione per aiutare i piccoli pazienti dell'ospedale ‘Bambino Gesù’ nell’ambito delle celebrazioni per i 150 anni dell’ospedale pediatrico romano, vera e propria struttura d’eccellenza nel panorama internazionale per la cura dei bambini.

I biglietti ridotti sono riservati alle donne, ai ragazzi fino ai 18 anni (nati dopo il 12 ottobre 2001), agli Over 65 (nati prima del 12 ottobre 1954) e ai dipendenti di Aeroporti di Roma, Comune di Roma e del Policlinico Universitario Agostino Gemelli (solo presso i punti vendita a presentazione del badge aziendale).

I biglietti ridotti Vivo Azzurro sono riservati ai possessori della Card Vivo Azzurro, mentre i biglietti ridotti Under 12 sono riservati ai ragazzi fino ai 12 anni (nati dopo il 12 ottobre del 2007)  e acquistabili solo presso i punti vendita ed esclusivamente se l'accompagnatore adulto del minore è in possesso di un biglietto.

La tariffa Tribuna Tevere Promo Famiglia è valida per la vendita ad un gruppo familiare di minimo 3 persone, di cui 2 adulti e 1 o 2 figli. La promozione è valida fino al 10 ottobre.  

I diversamente abili potranno fare richiesta di accredito dal 20 al 27 settembre fino ad esaurimento dei posti disponibili, collegandosi al link http://accreditations.figc.it/dise/ , a condizione  di essersi registrati sullo stesso link entro il 19 settembre.

Tessere federali e tessere CONI (aventi diritto al posto in Tribuna d'Onore)

I titolari delle tessere federali e delle tessere CONI valide per il 2019 con diritto al posto in Tribuna d'Onore potranno accedere alla stessa – fino ad esaurimento dei posti disponibili o nella Tribuna Monte Mario – ritirando il tagliando d’ingresso presso il botteghino accrediti ex Ostello della Gioventù in viale delle Olimpiadi giovedì 10 ottobre dalle ore 10 alle 13 e dalle 15 alle 18.                

Tessere federali e tessere CONI (non aventi diritto al posto in Tribuna d'Onore)

I titolari delle tessere federali e delle tessere CONI valide per il 2019 non aventi diritto al posto in Tribuna d'Onore, avranno accesso alla Tribuna Tevere ritirando il tagliando d’ingresso presso il botteghino accrediti ex Ostello della Gioventù in viale delle Olimpiadi giovedì 10 ottobre dalle ore 10 alle 13 e dalle 15 alle 18.

]]>
Buon compleanno a Fabio Cannavaro che compie 46 anni! https://figc.it/it/tifosi/news/compleanno-cannavaro_2019/ figc.it Thu, 12 Sep 2019 14:45:25 +0200 https://figc.it/it/tifosi/news/compleanno-cannavaro_2019/ Spegne oggi 46 candeline Fabio Cannavaro, Capitano della Nazionale campione del mondo nel 2006 a Berlino. Cannavaro nasce a Napoli il 13 settembre 1973... Spegne oggi 46 candeline Fabio Cannavaro, Capitano della Nazionale campione del mondo nel 2006 a Berlino. Cannavaro nasce a Napoli il 13 settembre 1973. Cresce nelle giovanili del Napoli, squadra con cui approda al calcio che conta, debuttando in Serie A il il 7 marzo 1993 in Juventus-Napoli 4-3. Difensore arcigno e rapido, nella sua carriera veste le maglie di sei club. Tra il 1995 e il 2002 lega il suo nome ai successi del Parma, dove forma un'eccellente coppia difensiva con il francese Thuram. Con gli emiliani vince una Coppa UEFA, 2 Coppe Italia e una Supercoppa Italiana. Tra il 2002 e il 2006 gioca due stagioni con la maglia dell'Inter e altrettante con quella della Juventus, prima di trasferirsi al Real Madrid, dove arriva da campione del mondo con la Nazionale italiana e dove inizia la stagione ritirando il Pallone d'oro il 27 novembre 2006 e il FIFA World Player il successivo 18 dicembre. Con il club spagnolo Cannavaro mette in bacheca 2 Liga e una Supercoppa di Spagna. Dopo il ritorno alla Juventus nella stagione 2009/2010, chiude la carriera negli Emirati Arabi Uniti all'Al-Ahly. Intraprende la carriera di allenatore rilevando la panchina del Guangzhou Evergrande da Marcello Lippi nel novembre del 2014 e restando alla guida del club cinese fino al giugno 2015. Si sposta al Tianjin Quanjian, compagine che ha condotto alla promozione nella prima divisione cinese all'esito della sua prima stagione sulla panchina giallorossa prima di far ritorno proprio sulla panchina del Guangzhou Evergrande, compagine della Super League cinese che attualmente guida.

La sua storia in Nazionale comincia nella selezione Under 21 allenata da Cesare Maldini, con cui vince due titoli continentali nel 1994 e nel 1996. Il 22 gennaio 1997 inizia la sua esperienza nella Nazionale maggiore, debuttando a Palermo nell'amichevole Italia-Irlanda del Nord 2-0. Resta in azzurro per 13 anni, collezionando 136 presenze, il secondo nella classifica dei più presenti di sempre, alle spalle di Gianluigi Buffon. Vanta due reti, realizzate in altrettante amichevoli: Tunisia-Italia 0-4 del 30 maggio 2004 e Italia-Portogallo 3-1 del 6 febbraio 2008. Nell'immaginario dei tifosi azzurri è incancellabile l'istante in cui alza la Coppa del Mondo all'Olympiastadion di Berlino, al termine della finale vinta ai calci di rigore contro la Francia. Il momento più alto di una carriera che lo ha visto prendere parte a 4 Coppe del Mondo, 2 Campionati Europei e una Confederations Cup. 

]]>
Fan Match Vivo Azzurro: l'Italia supera la Finlandia 2-1! https://figc.it/it/tifosi/news/fan-match-vivo-azzurro-litalia-supera-la-finlandia-2-1/ figc.it Tue, 10 Sep 2019 12:52:19 +0200 https://figc.it/it/tifosi/news/fan-match-vivo-azzurro-litalia-supera-la-finlandia-2-1/ “Ci vediamo in Finlandia per la rivincita”: queste le parole con cui i supporter scandinavi salutarono i tifosi azzurri al termine del fan match disputato nel mese di marzo a Udine e vinto dall’Italia per 1-0, al termine di una partita molto combattuta... “Ci vediamo in Finlandia per la rivincita”: queste le parole con cui i supporter scandinavi salutarono i tifosi azzurri al termine del fan match disputato nel mese di marzo a Udine e vinto dall’Italia per 1-0. L’invito è stato raccolto dal Club Vivo Azzurro, e nelle ore che hanno preceduto la vittoria degli Azzurri di Roberto Mancini contro la Finlandia, presso il centro sportivo Kaupin Urheilupuisto di Tampere, è andata in scena una nuova edizione del fan match.

Diciannove i Tifosi azzurri (17 calciatori, una calciatrice e un allenatore) che hanno risposto alla “convocazione” da parte dell’Ufficio Vivo Azzurro della FIGC: due provenienti dalla Finlandia, due dalla Germania e gli altri da diverse regioni italiane (6 Lombardia, 4 Puglia, 2 Campania, Liguria, Toscana, Emilia Romagna). Alcuni hanno raggiunto la Finlandia da soli, altri in compagnia dei propri familiari. 

IL RESOCONTO DEL FAN MATCH

L’appuntamento è nel primo pomeriggio di domenica 8 settembre in un albergo di Tampere, dal quale tutta la squadra si è mossa in pullman verso il centro sportivo, situato nella periferia della città finlandese. Espletate tutte le formalità organizzative, gli Azzurri hanno preso possesso del proprio spogliatoio e lì, dopo la consegna delle maglie da gioco, hanno ricevuto le indicazioni tecniche dall’allenatore. Prima di scendere in campo, un rapido saluto agli avversari, alcuni dei quali già presenti a Udine, e un reciproco in bocca al lupo. 

La partita comincia nel segno dei finlandesi, che partono forte e trovano il vantaggio dopo pochi minuti di gioco, con un tiro dal limite dell’area di rigore. È pronta però la reazione degli Azzurri che pareggiano dopo pochi minuti con Pizzo - uno degli otto esordienti presenti in questo fan match - con un preciso colpo di testa da azione di calcio d’angolo.

La partita è tirata. la Finlandia ogni volta che riparte lo fa in modo molto energico ma l’Italia, superata la fase iniziale di assestamento, riesce a controbattere colpo sul colpo. La prima frazione di gioco termina in parità (1-1).

La ripresa inizia sulla falsariga del primo tempo. Un paio di interventi del portiere azzurro negano il gol ai finlandesi, mentre la nostra nazionale sfiora il vantaggio in altrettante situazioni, con due conclusioni dal limite dell’area. Nei minuti finali della gara - così come accaduto nel successo di misura ottenuto a Udine - arriva il gol vittoria degli Azzurri, grazie a Coppola che fulmina il portiere finlandese con un sinistro dal centro dell’area di rigore, al termine di una azione corale della squadra.

Nei minuti finali il forcing della Finlandia non produce particolari problemi alla difesa azzurra, e al triplice fischio dell’arbitro esplode la gioia dei tifosi italiani per la bella e sofferta vittoria (1-2). 

]]>
Buon compleanno a Roberto Donadoni per i suoi 56 anni! https://figc.it/it/tifosi/news/buon-compleanno-a-roberto-donadoni-per-i-suoi-56-anni-2019/ figc.it Mon, 09 Sep 2019 21:53:05 +0200 https://figc.it/it/tifosi/news/buon-compleanno-a-roberto-donadoni-per-i-suoi-56-anni-2019/ Il 9 settembre del 1963 nasce a Cisano Bergamasco Roberto Donadoni, uno dei protagonisti della storia recente della Nazionale italiana in diversi ruoli... Il 9 settembre del 1963 nasce a Cisano Bergamasco Roberto Donadoni, uno dei protagonisti della storia recente della Nazionale italiana in diversi ruoli. Cresciuto nell'Atalanta, diventa una bandiera del Milan con il quale vince da titolare 6 Scudetti, 3 Coppe dei Campioni, 2 Coppe Intercontinentali, 3 Supercoppe europee e 4 Supercoppe italiane. In Nazionale è prima una stella dell'Under 21, poi, subito dopo i Mondiali messicani del 1986, riceve la chiamata nella selezione maggiore da Azeglio Vicini. Da allora Donadoni diventa un punto fermo del centrocampo italiano per una decade, disputando due edizioni degli Europei e due dei Mondiali. Sia ad Italia '90 che a USA '94 sono i rigori a spegnere i suoi sogni di gloria. Dopo il match con la Germania, che sancisce l'eliminazione dell'Italia da Euro '96, lascia l'azzurro da calciatore con un bilancio di 63 presenze e 5 gol fatti. Il legame tra l'Italia e Donadoni è destinato però a stringersi nuovamente nel luglio del 2006, quando il tecnico è chiamato a prendere in mano le redini della Nazionale Campione del Mondo dopo l'addio di Marcello Lippi. Sotto la sua guida gli Azzurri si qualificano agli Europei del 2008 con un turno di anticipo. Ancora una volta, però, Donadoni deve fare i conti con la lotteria dei rigori, che ai Quarti di finale premia la Spagna a spese dell'Italia. Sarà proprio l'eliminazione dalla rassegna continentale a segnare la fine del suo mandato sulla panchina azzurra, con un bilancio totale di 13 vittorie, 5 pareggi e 5 sconfitte. 

]]>
Un settebello di vittorie come Valcareggi e Trapattoni per la gestione targata Roberto Mancini https://figc.it/it/tifosi/news/i-numeri-dellera-mancini-dopo-i-primi-15-impegni/ figc.it Mon, 09 Sep 2019 10:32:11 +0200 https://figc.it/it/tifosi/news/i-numeri-dellera-mancini-dopo-i-primi-15-impegni/ Con la vittoria di ieri sera a Tampere contro la Finlandia, la gestione azzurra targata Roberto Mancini raggiunge quota 7 successi consecutivi... Con la vittoria di ieri sera a Tampere contro la Finlandia, la gestione azzurra targata Roberto Mancini raggiunge quota 7 successi consecutivi, un traguardo di assoluto prestigio che condivide con illustri predecessori come Valcareggi e Trapattoni. È quindi ormai a “sole” 2 vittorie di distanza la striscia di successi record della storia della Nazionale, maturata sotto l’egida di Vittorio Pozzo sul finire degli anni ’30. In una classifica all-time basata sui risultati ottenuti dopo 15 gare da Ct, Mancini si colloca al quarto posto con 9 vittorie, 4 pareggi e 2 sconfitte, dietro soltanto a Vicini, Trapattoni (entrambi con uno score di 10-4-1) e Sacchi (9-5-1), pareggiando così i risultati ottenuti nell’arco degli stessi impegni da Conte e Prandelli.

Per la prima volta nella sua storia l’Italia riesce invece a toccare la soglia dei 6 successi iniziali nel percorso di qualificazione ad un Europeo, battendo il primato detenuto in coabitazione dalle gestioni Conte e Vicini, rispettivamente in vista delle rassegne continentali del 2016 e del 1986. Sale così a 10 la striscia di vittorie ottenute nelle qualificazioni europee ed addirittura a 36 quella dei risultati utili a far data dal lontano 2006. Dopo oltre due anni (era il 5 settembre 2017, Italia-Israele 1-0), Ciro Immobile è tornato in gol con la maglia dell’Italia, divenendo il 17° marcatore differente della gestione Mancini e marcando il suo gol azzurro, alla pari, tanto per citarne alcuni, di Boniperti e Anastasi.

]]>
In vendita i tagliandi per il match dell'Under 21 contro il Lussemburgo https://figc.it/it/tifosi/news/in-vendita-i-tagliandi-per-l-amichevole-dellunder-21-contro-il-lussemburgo/ figc.it Wed, 04 Sep 2019 15:34:33 +0200 https://figc.it/it/tifosi/news/in-vendita-i-tagliandi-per-l-amichevole-dellunder-21-contro-il-lussemburgo/ Il 10 settembre a Castel di Sangro la prima gara valevole per le qualificazioni al Campionato Europeo... E' possibile acquistare i biglietti per il match della Nazionale Under 21 contro i pari età del Lussemburgo, in programma allo stadio “Teofilo Patini" di Castel di Sangro martedì 10 settembre (ore 18.30). Sarà la prima gara valevole per le qualificazioni al Campionato Europeo degli Azzurrini di Paolo Nicolato.

I tagliandi possono essere acquistati presso i punti vendita Vivaticket (clicca qui) e sui siti internet www.figc.it e www.vivaticket.it 

Questi i prezzi dei biglietti (al netto della prevendita):

- TRIBUNA LATERALE COPERTA 10 Euro

- DISTINTI 5 Euro

I diversamente abili potranno accedere allo stadio su presentazione del documento d'identità dell'accompagnatore ed il proprio certificato di invalidità fino ad esaurimento dei posti disponibili. Il ritiro degli accrediti potranno essere ritirati lunedì 9 settembre dalle ore 14 alle 18.30 ed il giorno gara direttamente all’ingresso.

Tessere federali e tessere C.O.N.I. (aventi diritto al posto in Tribuna d'Onore)

I titolari delle tessere federali e delle tessere C.O.N.I. valide per il 2019 con diritto al posto in Tribuna d'Onore potranno accedere alla stessa a presentazione della tessera federale – fino ad esaurimento dei posti disponibili o nella tribuna laterale coperta – e ritirando il tagliando d’ingresso presso il botteghino accrediti dello stadio Teofilo Patini lunedì 9 settembre dalle ore 14 alle 18.30.                    

Tessere federali e tessere C.O.N.I. (non aventi diritto al posto in Tribuna d'Onore)

I titolari delle tessere federali e delle tessere C.O.N.I. valide per il 2019 non aventi diritto al posto in Tribuna d'Onore, potranno accedere ai distinti a presentazione della tessera federale – fino ad esaurimento dei posti disponibili – e ritirando il tagliando d’ingresso presso il botteghino accrediti dello stadio Teofilo Patini lunedì 9 settembre dalle ore 14 alle 18.30.  

]]>
I calciatori convocati in Nazionale nell'era-Mancini che hanno cambiato maglia https://figc.it/it/tifosi/news/calciomercato-tutti-i-movimenti-degli-azzurri-dellera-mancini/ figc.it Tue, 03 Sep 2019 09:56:23 +0200 https://figc.it/it/tifosi/news/calciomercato-tutti-i-movimenti-degli-azzurri-dellera-mancini/ Sono 14 i giocatori convocati durante il mandato del Ct ad avere cambiato maglia nella movimentata sessione estiva di calciomercato terminata ieri... Sono 14 i giocatori convocati nell’era Mancini ad aver cambiato maglia in questa movimentata sessione estiva di calciomercato. Tre di essi hanno lasciato la Serie A per approdare all’estero, due invece hanno fatto rientro nel nostro campionato.

Patrick Cutrone e Moise Kean hanno rispettivamente lasciato il Milan e la Juventus approdando in Premier League per vestire le maglie di Wolverhampton ed Everton; i cartellini dei due giovani attaccanti, appena incrociatisi in un “derby d’Oltremanica” nella prima da titolari in Inghilterra, sono stati acquisiti a titolo definitivo. Stessa formula ma con destinazione diversa per Stephan El Shaarawy, che ha lasciato la Roma con destinazione Cina, dove già indossa i colori dello Shanghai Shenhua.

In Italia ha invece fatto rientro Mario Balotelli che, dopo la parentesi francese tra Nizza e Marsiglia, ha abbracciato il progetto tecnico del Brescia. Dall’Inghilterra è volato con destinazione Roma Davide Zappacosta che si trasferisce dal Chelsea in prestito semestrale, con opzione per un’estensione fino a fine stagione; a Trigoria l’ex Blues ha trovato Gianluca Mancini, proveniente dall’Atalanta in prestito oneroso con obbligo di riscatto e Leonardo Spinazzola, coinvolto in uno scambio con Luca Pellegrini, che è stato invece acquistato dalla Juventus salvo poi essere girato in prestito al Cagliari.

Tripletta di acquisti con matrice azzurra da parte dell’Inter che si è rinforzata in mediana con gli arrivi di Stefano Sensi dal Sassuolo e Nicolò Barella dal Cagliari, entrambi in prestito con obbligo di riscatto, e sull’out difensivo con Cristiano Biraghi che, coinvolto in uno scambio con Dalbert, diretto a Firenze, ha fatto ritorno nella società che lo ha visto muovere i primi passi nel mondo del calcio.

Manuel Lazzari ha lasciato la SPAL con la quale si è legittimato ad altissimi livelli per accasarsi alla Lazio, che ne ha acquisito il diritto alle prestazioni sportive a titolo definitivo. Due, infine, i colpi dell’ultimo giorno di mercato: Simone Verdi, passato dal Napoli al Torino con la formula del prestito oneroso con obbligo di riscatto e Vincenzo Grifo, rimasto in Bundesliga ma tornato al Friburgo dall’Hoffenheim.

]]>
30 anni senza Gaetano Scirea, il gentleman azzurro entrato nel cuore di tutti https://figc.it/it/tifosi/news/30-anni-senza-gaetano-scirea/ figc.it Mon, 02 Sep 2019 16:30:43 +0200 https://figc.it/it/tifosi/news/30-anni-senza-gaetano-scirea/ ”Eleganza” è forse la parola che meglio descriveva Gaetano Scirea, uno dei più grandi difensori centrali del nostro calcio e non solo. Elegante era il giocatore, sempre... ”Eleganza” è forse la parola che meglio descriveva Gaetano Scirea, uno dei più grandi difensori centrali del nostro calcio e non solo. Elegante era il giocatore, sempre a testa alta, corretto (mai un’espulsione, mai una squalifica), pulito nelle giocate, dotato di ottime qualità tecniche. Elegante era anche l’uomo, riservato, mai sopra le righe, un vero gentleman. Una figura che si staglia sullo sfondo e che il tempo non scalfisce, un fulgido esempio di professionalità, talento ma soprattutto di umanità e altruismo che non smettono di ispirare. Trenta anni oggi da quel maledetto pomeriggio polacco che d’un sol colpo privò lo sport italiano di una delle sue figure più splendenti.

La carriera professionistica di Scirea iniziò nell’Atalanta, con cui debuttò in Serie A nel 1972. Due anni dopo si trasferì alla Juventus, club alla ricerca di un nuovo leader difensivo. A soli 21 anni Scirea diventò subito titolare alla sua prima stagione. Proprio nel 1974, il ct azzurro Fulvio Bernardini lo fece debuttare in Nazionale: fu lui l’erede designato di Giacinto Facchetti. Per Scirea iniziò una carriera in Azzurro lunga dodici anni, che lo portò a disputare tre mondiali (1978, 1982 e 1986) e una campionato europeo (1980). Nel 1982, in Spagna, guidò uno dei reparti difesivi più forti di sempre, composto anche da Zoff, Gentile, Cabrini, Collovati e dal giovane Bergomi. L’Italia vinse il mondiale, e Scirea si manifestò in tutta la sua classe. Con la Juventus giocò in una delle epoche più ricche di successi. In bianconero vinse tutto, in Italia e in Europa. Restò a Torino per 14 anni: fu il recordman assoluto di presenze in con la maglia della “Vecchia Signora”, fino al 2008, quando Del Piero lo superò. Si ritirò dal calcio nel 1988. Nel 1989, mentre era in Polonia come osservatore della Juventus, morì in un incidente automobilistico a soli 36 anni. “Se mai c'è stato uno per cui bisognava ritirare la maglia era Gaetano Scirea, grandissimo calciatore e grandissima persona” disse Enzo Bearzot, il ct dell’Italia campione del mondo nel 1982. Oggi, ancora una volta, ne onoriamo la memoria.

]]>
Cresce l’attesa per Italia-Grecia: a metà settembre in vendita i tagliandi per il match dell’Olimpico https://figc.it/it/tifosi/news/cresce-l-attesa-per-italia-grecia-a-metà-settembre-in-vendita-i-tagliandi-per-il-match-dell-olimpico/ figc.it Mon, 02 Sep 2019 10:22:19 +0200 https://figc.it/it/tifosi/news/cresce-l-attesa-per-italia-grecia-a-metà-settembre-in-vendita-i-tagliandi-per-il-match-dell-olimpico/ Sale il termometro per la sfida tra la Nazionale di Roberto Mancini e la Grecia, match valido per le… Sale il termometro per la sfida tra la Nazionale di Roberto Mancini e la Grecia, match valido per le qualificazioni a EURO 2020 in programma sabato 12 ottobre (ore 20.45) allo Stadio Olimpico di Roma. I biglietti saranno messi in vendita sul sito della FIGC un mese prima della gara.

La Capitale torna quindi a riabbracciare l’Italia in un match di fondamentale importanza, una tappa decisiva per conquistare il pass per il primo Campionato Europeo itinerante della storia che prenderà il via proprio da Roma il prossimo 12 giugno.

In palio non ci saranno solo i tre punti perché la sfida con la Grecia sarà anche l’occasione per aiutare i piccoli pazienti del ‘Bambino Gesù’ in occasione delle celebrazioni per i 150 dell’ospedale pediatrico romano, vera e propria struttura d’eccellenza nel panorama internazionale per la cura dei bambini.

]]>
In vendita i tagliandi per l’amichevole dell'Under 21 contro la Moldavia https://figc.it/it/tifosi/news/da-lunedì-in-vendita-i-tagliandi-per-l-amichevole-della-nazionale-under-21-contro-la-moldavia-a-catania/ figc.it Fri, 30 Aug 2019 15:56:07 +0200 https://figc.it/it/tifosi/news/da-lunedì-in-vendita-i-tagliandi-per-l-amichevole-della-nazionale-under-21-contro-la-moldavia-a-catania/ Il 6 settembre a Catania la prima uscita stagionale degli Azzurrini in preparazione alle qualificazioni al Campionato Europeo... E' possibile acquistare i biglietti per la gara della Nazionale Under 21 contro i pari età della Moldavia, in programma allo stadio “Angelo Massimino" di Catania venerdì 6 settembre (ore 18.30). Sarà la prima uscita stagionale degli Azzurrini di Paolo Nicolato.

I tagliandi possono essere acquistati presso i punti vendita Vivaticket (clicca qui) e sui siti internet www.figc.it e www.vivaticket.it 

Questi i prezzi dei biglietti (al netto della prevendita):

- TRIBUNA A Euro 10,00

- TRIBUNA B Euro 5,00

I diversamente abili potranno fare richiesta di accredito entro giovedì 5 Settembre, inviando il documento d'identità dell'accompagnatore ed il proprio certificato di invalidità all’indirizzo info@calciocatania.it fino ad esaurimento dei posti disponibili. Il ritiro degli accrediti potrà avvenire dalle ore 10 alle 13 e dalle 15:30 alle 18:30 su presentazione del documento d'identità.

Tessere federali e tessere C.O.N.I. (aventi diritto al posto in Tribuna d'Onore)

I titolari delle tessere federali e delle tessere C.O.N.I. valide per il 2019 con diritto al posto in Tribuna d'Onore potranno accedere alla stessa a presentazione della tessera federale – fino ad esaurimento dei posti disponibili o nella tribuna A Superiore – ritirando il tagliando d’ingresso presso il botteghino accrediti dello stadio Angelo Massimino il giorno 5 settembre dalle ore 14.00 alle 18.30.

Tessere federali e tessere C.O.N.I. (non aventi diritto al posto in Tribuna d'Onore)

I titolari delle tessere federali e delle tessere C.O.N.I. valide per il 2019 non aventi diritto al posto in Tribuna d'Onore, avranno accesso alla Tribuna B a presentazione della tessera federale – fino ad esaurimento dei posti disponibili – ritirando il tagliando d’ingresso presso il botteghino accrediti dello stadio Angelo Massimino il giorno il giorno 5 settembre dalle ore 14.00 alle 18.30.

]]>
2^ giornata di campionato: i consigli per il Fantacalcio https://figc.it/it/tifosi/news/fantacalcio-20192020-2-giornata/ figc.it Fri, 30 Aug 2019 11:55:28 +0200 https://figc.it/it/tifosi/news/fantacalcio-20192020-2-giornata/ Aprono le danze Bologna e SPAL, impegnate nel sentitissimo derby emiliano anche se, indubbiamente, il piatto forte è rappresentato da... Il calendario mette di fronte Bologna e SPAL, impegnate nel sentitissimo derby emiliano anche se, indubbiamente, il piatto forte è rappresentato da Juventus-Napoli, una sfida divenuta un classico nelle ultime stagioni. Grande attesa anche per la stracittadina romana che vedrà affrontarsi due possibili outsider rispettivamente orientate verso la continuità ed il profondo rinnovamento.

 

PORTIERI

La voglia di pronto riscatto del Milan potrebbe essere supportata da qualche adeguamento tattico volto a proteggere maggiormente la porta di Donnarumma. Musso potrà contare su un’Udinese apparsa solida al debutto e pronta ad arginare le sortite del Parma, bello ma ancora poco incisivo in avanti. La scommessa di giornata è Sirigu: il Toro vorrà lavare l’onta dell’eliminazione europea con un risultato di prestigio a Bergamo, per questo servirà la miglior versione dell’ex portiere del PSG.

 

DIFENSORI

Sarà una battaglia all’Allianz Stadium e quale miglior gladiatore del Capitano della Juventus e della Nazionale Chiellini? Potrebbe essere la stagione della definitiva affermazione per il centrale nigeriano dell’Udinese Troost-Ekong, non certo avvezzo ai bonus ma ottimo per il modificatore, stante la apprezzabilissima media-voto. Già pienamente “rodato”, Acerbi è chiamato all’ennesima prestazione da leader nel derby capitolino tra la sua Lazio ed una Roma forse fragile in difesa ma tremendamente efficace in avanti.

 

CENTROCAMPISTI

Sensi sembra già padrone della mediana nerazzurra di Conte, preciso nel fraseggio ed audace nelle soluzioni offensive: viene da un esordio con bonus, dategli fiducia. Bennacer dovrà essere gettato nella mischia nel ruolo di regista, stante il bisogno di geometrie del Milan; riuscirà il miglior giocatore dell’ultima Coppa d’Africa a dare la scossa? Difficile vederlo partire titolare ma Rabiot è stato una nota lietissima dell’estate juventina; potente, versatile e con buon fiuto del gol, rappresenta un jolly che potrebbe portare lauti dividendi.

 

ATTACCANTI

Dzeko è il fulcro dell’attacco romanista e, nel derby, dovrà confermarsi mattatore di una Roma che difficilmente riuscirà a tenere la porta inviolata dovendo, quindi, fare la differenza in zona gol. Pinamonti è atteso al definitivo salto di qualità, fattibile tramite un rendimento continuo; ecco che una prestazione positiva come quella dell’esordio in cui ha trascinato il suo Genoa potrebbe essere ottimo viatico. Petagna è da sempre un giocatore di elevato rendimento e, dall’approdo a Ferrara, ha saputo aggiungere più reti all’attivo foriere di bonus per i fantallenatori.

]]>
1^ giornata di campionato: i consigli per il Fantacalcio https://figc.it/it/tifosi/news/fantacalcio-20192020-1-giornata/ figc.it Fri, 23 Aug 2019 15:49:54 +0200 https://figc.it/it/tifosi/news/fantacalcio-20192020-1-giornata/ Notevoli le variazioni apportate dal mercato trasferimenti che ancora potrebbe riservare colpi di coda... Notevoli le variazioni apportate dal mercato trasferimenti che ancora potrebbe riservare colpi di coda. Cruciale sarà intuire i mutati equilibri e scommettere su potenziali sorprese e conferme. Aprirà il sipario la nuova Juventus di Sarri, impegnata a Parma mentre il Napoli sarà subito messo alla prova a Firenze da una Viola sulle ali dell’entusiasmo. Impegno proibitivo sulla carta per il neo promosso Lecce, atteso nel monday night di San Siro dall’Inter alla prima partita ufficiale sotto la gestione Conte.

 

PORTIERI

L’approdo di Conte sulla panchina nerazzurra ha generato una nuova attitudine difensiva che potrebbe portare Handanovic a maturare molti clean sheet, il primo magari già contro il Lecce. Scelta ragionevole e low cost è quella di Rafael che, nel debutto stagionale del Cagliari dinanzi al proprio pubblico contro il neo promosso Brescia, sostituirà l’indisponibile Cragno. Insidiosa trasferta a Udine per la prima dei rossoneri di Giampaolo che troveranno un Donnarumma deciso a diventare il leader di questo Milan profondamente rinnovato.

 

DIFENSORI

Danilo farà rimpiangere il talentuoso Cancelo oppure sarà l’uomo giusto? A Parma primo test ufficiale con la maglia della Juventus per lui. Una costante per i fantallenatori è rappresentata da Gosens, sorprendente nella scorsa stagione e pronto a consacrarsi assieme alla sua ambiziosa Atalanta. Tra i prospetti più interessanti del nostro calcio, Luca Pellegrini, passato alla Juventus, ha fatto ritorno a Cagliari in prestito per completare il proprio percorso di maturazione: puntate sulla sua affinità al bonus.

 

CENTROCAMPISTI

È stato cruciale per la SPAL e la sua fama di uomo assist dalla media-voto encomiabile potrebbe seguirlo alla Lazio: Lazzari è pronto a mettere in cascina dei bonus. Ha fame di riscatto il “figliol prodigo” Nainggolan, tornato a Cagliari per dimostrare di avere ancora tanto da dare. Il modulo estremamente offensivo della nuova Roma di Fonseca, di fatto, vedrà Zaniolo operare da trequartista atipico e, tramite i suoi inserimenti ed un raro fiuto del gol, potersi così candidare ad essere uno dei giocatori più ambiti alle aste.

 

ATTACCANTI

Dybala è una scommessa perché il suo futuro parrebbe ancora incerto anche se è reduce da un brillantissimo pre campionato in maglia bianconera: tornerà ai bonus frequenti di due stagioni fa? Viene da una prima parte di 2019 da protagonista, densa di bonus e voti altissimi: Orsolini si candida per il ruolo di leader tecnico del Bologna in questa stagione. Il possibile schieramento di Boateng come centravanti di manovra, potrebbe facilitare le incursioni di Chiesa in zona gol, magari già dal prestigiosissimo debutto della Fiorentina contro il Napoli.

]]>
Il 23 agosto 1910 nasceva Giuseppe Meazza! https://figc.it/it/tifosi/news/il-23-agosto-2010-nasceva-giuseppe-meazza-2019/ figc.it Fri, 23 Aug 2019 08:37:37 +0200 https://figc.it/it/tifosi/news/il-23-agosto-2010-nasceva-giuseppe-meazza-2019/ Il 23 agosto 1910 nasceva a Milano "Peppìn", al secolo Giuseppe Meazza, bandiera dell'Inter, ma soprattutto bicampione del mondo con la Nazionale azzurra... Il 23 agosto 1910 nasceva a Milano "Peppìn", al secolo Giuseppe Meazza, bandiera dell'Inter, ma soprattutto bicampione del mondo con la Nazionale azzurra.

Cresciuto nelle giovanili nerazzurre, Meazza fa il suo esordio da professionista a soli 17 anni, segnando tre gol in Coppa Volta. Nella stagione 1929-193, a 19 anni, guida l'allora Ambrosiana alla conquista del campionato. Ci rimarrà fino al 1940, vincendo un altro campionato e una Coppa Italia. Quindi passa al Milan (allora Milano) per due anni, giocando successivamente con Juventus Cisitalia, Varese (il campionato di guerra) e Atalanta, prima di un ultimo campionato all'Inter all'età di 36 anni.

In azzurro, Giuseppe Meazza scrive probabilmente le pagine più belle della sua immensa carriera. Dopo aver esordito nel 1930 in Nazionale con una doppietta (a neanche 20 anni), con l'Italia vince la Coppa Rimet in casa nel 1934 e quella successiva nel 1938, più due Coppe Internazionali, entrando di diritto nella storia assoluta del calcio italiano. Con 33 gol in 53 presenze è, dopo Gigi Riva, il più prolifico marcatore azzurro. In seguito intraprende la carriera da allenatore, allenando anche la Nazionale. Nel 2011 gli è stato assegnato il riconoscimento alla memoria dalla Hall of Fame del calcio italiano.

]]>
Buon compleanno a Demetrio Albertini! https://figc.it/it/tifosi/news/buon-compleanno-a-demetrio-albertini/ figc.it Thu, 22 Aug 2019 10:07:13 +0200 https://figc.it/it/tifosi/news/buon-compleanno-a-demetrio-albertini/ Nato a Besana in Brianza il 23 agosto 1971, Demetrio Albertini cresce nelle giovanili del Milan... Nato a Besana in Brianza il 23 agosto 1971, Demetrio Albertini cresce nelle giovanili del Milan, con cui fa il suo esordio in Serie A nel 1988, a 17 anni. Nel 1990 passa al Padova, in Serie B, dove resta un anno. Tornato in rossonero l'anno successivo, diventa una bandiera del club milanese, nel quale rimane fino al 2002, vincendo cinque campionati, tre Supercoppe nazionali, due Coppe dei Campioni, due Supercoppe Europee e una Coppa Intercontinentale. Dopo un anno all'Atletico Madrid, torna in Italia, alla Lazio, squadra con la quale vince una Coppa Italia. Nel 2004 passa all'Atalanta, dove rimane pochi mesi prima di tornare in Spagna, al Barcellona, chiudendo la propria gloriosa carriera con la vittoria della Liga spagnola nel 2005, a 33 anni.

Regista capace di dettare alla perfezione i tempi della manovra, fa il suo esordio in Nazionale nel 1991, a 20 anni. Nel 1992 diventa campione d'Europa con l'Under 21 in Spagna. Tornato a vestire la maglia della selezione maggiore, diventa vicecampione del mondo a USA '94 (finale persa ai rigori contro il Brasile) e vicecampione d'Europa in Belgio e Olanda nel 2000 (sconfitta in finale contro la Francia dopo i tempi supplementari), prendendo parte anche all'Europeo '96 in Inghilterra e al Mondiale '98 in Francia. Chiude la sua esperienza in Azzurro con 79 presenze e tre gol.

Dopo il ritiro, intraprende la carriera dirigenziale ricoprendo importanti incarichi come quello di vice commissario, vice presidente e oggi presidente del Settore Tecnico della FIGC.  

]]>
Buon compleanno a Riccardo Ferri e Giuseppe Giannini, icone azzurre degli anni 80! https://figc.it/it/tifosi/news/buon-compleanno-riccardo-ferri-e-giuseppe-giannini-icone-azzurre-degli-anni-80-2019/ figc.it Tue, 20 Aug 2019 08:50:54 +0200 https://figc.it/it/tifosi/news/buon-compleanno-riccardo-ferri-e-giuseppe-giannini-icone-azzurre-degli-anni-80-2019/ Oggi compiono gli anni due protagonisti di Italia '90, Riccardo Ferri e Giuseppe Giannini. L'ex difensore dell'Inter spegne 56 candeline, mentre l’ex bandiera della Roma taglia il traguardo dei 55 anni... Oggi compiono gli anni due protagonisti di Italia '90, Giuseppe Giannini e Riccardo Ferri.

Il 20 agosto del 1964 nasce a Roma Giuseppe Giannini, altra figura di spicco del calcio italiano degli Anni Novanta. Prodotto del settore giovanile della Roma, il Principe, soprannome coniato dall'ex compagno di squadra Odoacre Chierico, veste per la prima volta la maglia giallorossa nel 1982. Classico regista davanti alla difesa, risulta spesso decisivo anche in zona gol come dimostrano le 11 reti realizzate nel campionato 1987-'88, che gli valgono il terzo posto nella classifica marcatori. Promosso presto capitano della formazione capitolina, in quindici anni di storia romanista colleziona 318 presenze e 49 reti complessive, contribuendo anche alla conquista di tre Coppe Italia e prendendo parte alla finale di Coppa Uefa '90-'91, persa proprio contro l'Inter di Ferri. Punto fermo dell'Under 21 di Azeglio Vicini, nel 1986 si laurea vice-campione d'Europa complice la sconfitta nella finale di ritorno contro la Spagna. Nonostante la cocente sconfitta, però, Giannini si consola, come nel caso di Ferri, ricevendo la chiamata dello stesso Vicini, neo ct azzurro, nell'Italia dei grandi. Presente all'Europeo del 1988 nella Germania Ovest, terminato brillantemente con la semifinale persa contro l'URSS, ottiene la sua consacrazione in occasione dei Mondiali di Italia '90, dove soltanto i calci di rigore contro l'Argentina impediscono all'Italia di giocarsi la finalissima nella sua Roma. Il 12 ottobre del 1991, giorno della gara di qualificazione ad Euro '92 contro l'URSS, disputa la sua 47esima ed ultima presenza con la maglia della Nazionale, dopo aver messo a segno 6 reti complessive.

Nato a Crema il 20 agosto 1963, Riccardo Ferri inizia a giocare nelle giovanili dell'Inter. A 18 anni, infatti, debutta in Serie A con la maglia nerazzurra, casacca con la quale in tredici stagioni conquista lo storico “Scudetto dei record” (1988-1989), una Supercoppa Italiana e due Coppe Uefa, quella del 1990-1991 e l'edizione '93-'94. Dopo aver totalizzato con l'Inter 418 presenze e 8 reti, nel 1994 si trasferisce alla Sampdoria, dove al termine della seconda stagione dice addio al calcio giocato. Sin da subito nel giro delle Nazionali giovanili, nel 1986 sfiora la vittoria dell'Europeo Under 21, partecipando alla cavalcata degli Azzurrini di Azeglio Vicini conclusa con la finale persa contro la Spagna. Proprio Azeglio Vicini, lo promuove nella Nazionale dei grandi, con la quale prende parte agli Europei del 1988 e soprattutto ai Mondiali del 1990, che vedono gli Azzurri salire sul gradino più basso del podio. Dopo aver vestito per 45 volte la maglia della Nazionale, il 6 gennaio del 1992 disputa la sua ultima gara con l'Italia in occasione del terzo match dell'Usa Cup contro i padroni di casa degli Stati Uniti.

 

]]>
Buon compleanno a Marco Materazzi, che oggi compie 46 anni! https://figc.it/it/tifosi/news/buon-compleanno-a-marco-materazzi-che-oggi-compie-46-anni-2019/ figc.it Mon, 19 Aug 2019 08:49:54 +0200 https://figc.it/it/tifosi/news/buon-compleanno-a-marco-materazzi-che-oggi-compie-46-anni-2019/ Oggi compie 46 anni Marco Materazzi, ex difensore centrale di Perugia, Inter e Nazionale, Campione del Mondo nel 2006 in Germania... Oggi compie 46 anni Marco Materazzi, ex difensore centrale di Perugia, Inter e Nazionale, Campione del Mondo nel 2006 in Germania.

Nato a Lecce il 19 agosto 1973, cresce nelle giovanili di Lazio e Messina, prima di giocare con Marsala e Trapani tra 1993 e 1995.

Approdato a Perugia, disputa una stagione con la maglia del Carpi, prima di tornare nel capoluogo umbro, ma solo per un anno. Nel 1998 tenta infatti l'esperienza in Inghilterra, all'Everton: anche nel club di Liverpool rimane per una sola stagione. L'anno successivo fa ritorno ancora a Perugia, dove gioca per due stagioni prima di diventare una bandiera dell'Inter.

In dieci anni in nerazzurro Materazzi vince cinque campionati, quattro Coppe Italia, quattro Supercoppe Italiane, una Champions League e una Coppa del Mondo per Club. Fa il suo esordio in Nazionale nell'aprile 2001 contro il Sudafrica, prendendo parte a Mondiali ed Europei dal 2002 al 2008.

Difensore centrale mancino, molto forte nel gioco aereo e bravo nei calci piazzati, si laurea Campione del Mondo nel 2006 con gli Azzurri, segnando due gol decisivi nella rassegna mondiale, contro la Repubblica Ceca nella Fase a Gironi e contro la Francia in Finale (quando segna anche uno degli storici calci di rigore).

Per "Matrix" sono 41 le presenze in Nazionale. 

]]>
Buon compleanno a Gianni Rivera che oggi compie 76 anni! https://figc.it/it/tifosi/news/buon-compleanno-a-gianni-rivera-che-oggi-compie-76-anni-2019/ figc.it Sun, 18 Aug 2019 09:23:31 +0200 https://figc.it/it/tifosi/news/buon-compleanno-a-gianni-rivera-che-oggi-compie-76-anni-2019/ Oggi compie gli anni Gianni Rivera, campione d'Europa con la Nazionale nel 1968 e storica bandiera del Milan. Rivera nasce il 18 agosto 1943 ad Alessandria ed è nella sua città natale che inizia a prendere confidenza con quello che diventerà l'amico inseparabile della sua vita professionale: il pallone... Oggi compie gli anni Gianni Rivera, campione d'Europa con la Nazionale nel 1968 e storica bandiera del Milan. Rivera nasce il 18 agosto 1943 ad Alessandria ed è nella sua città natale che inizia a prendere confidenza con quello che diventerà l'amico inseparabile della sua vita professionale: il pallone. Con la maglia dell'Alessandria fa il suo debutto in Serie A non ancora sedicenne, il 2 giugno 1959 nel match terminato 1-1 contro l'Inter. L'anno successivo gioca 25 partite e realizza 6 reti, guadagnandosi il trasferimento al Milan. Il matrimonio tra Rivera e il Milan dura 19 anni, dal 1960 al 1979, per un totale di 658 partite disputate e 164 reti realizzate. In rossonero vince tutto: 3 Scudetti, 2 Coppe dei Campioni, 2 Coppe delle Coppe, una Coppa Intercontinentale, 4 Coppe Italia.

Nel 1969 si aggiudica il Pallone d'Oro precedendo l'altra leggenda azzurra Gigi Riva.

La storia azzurra di Rivera ha inizio il 13 maggio 1962, nell'amichevole Belgio-Italia 1-3. Qualche mese dopo, il 2 dicembre, segna i suoi primi gol in Nazionale, firmando una doppietta nel successo per 6-0 sulla Turchia in una gara di qualificazione agli Europei del 1964. Dopo lo sfortunato Mondiale inglese del '66, prende parte all'Europeo del '68, vinto dall'Italia di Valcareggi: a causa di un infortunio, Rivera non gioca la finale contro la Jugoslavia. Due anni più tardi è protagonista della leggendaria “staffetta” con Sandro Mazzola nel Mondiale messicano. Di quella Coppa del Mondo resta indimenticabile la semifinale vinta 4-3 contro la Germania Ovest, il 17 giugno 1970 a Città del Messico: è Rivera a segnare il gol-partita al minuto 111. La sua esperienza azzurra si conclude il 19 giugno 1974, ancora in un Mondiale, nell'incontro pareggiato 1-1 contro l'Argentina. In totale Rivera vanta 60 presenze e 14 reti in Nazionale.

 

]]>