Iniziative

L’effetto del Covid-19 sull’attività sportiva giovanile: la FIGC promuove uno studio nazionale

Lo studio si basa sull’analisi dei dati provenienti da un questionario online che sarà sottoposto ai giovani atleti tra i 6 ed i 25 anni

mercoledì 14 luglio 2021

L’effetto del Covid-19 sull’attività sportiva giovanile: la FIGC promuove uno studio nazionale

Uno studio nazionale sull’effetto del Covid-19 sull’attività sportiva giovanile è stato promosso dalla FIGC, tramite la Commissione Medico Scientifica Federale e la Commissione Antidoping e Tutela della Salute, in collaborazione con IEO, Istituto Europeo di Oncologia di Milano.

Lo studio si propone di stimare la diffusione del contagio tra i giovani atleti e valutare se vi siano state differenze tra chi ha potuto praticare sport e chi al contrario non è stato in condizione di poterlo fare. La valutazione riguarda inoltre l’impatto della sospensione delle attività sportive sullo stile di vita e la salute psicofisica di bambini e ragazzi, dal momento che è noto come uno sviluppo sano dell’infanzia e dell’adolescenza sia favorito da un'attività fisica regolare, compreso il tempo trascorso all'aria aperta.

Tale studio si basa sull’analisi dei dati provenienti da un questionario online che sarà sottoposto ai giovani atleti tra i 6 ed i 25 anni (il club di appartenenza potrà decidere di coinvolgere anche singole fasce d’età) ai quali verranno chieste informazioni riguardo l’attività fisica svolta, l’eventuale positività a tamponi per Covid-19, il benessere psicologico, informazioni sulla dieta e sull’esperienza digitale tra settembre 2020 e maggio 2021.

Il questionario si rivolge a bambini e ragazzi che praticavano regolarmente un’attività sportiva prima dell’inizio dell’epidemia da Covid-19, sia a livello agonistico che dilettantistico. Si tratta di uno studio legato ai cambiamenti che le misure di contenimento del Covid-19 hanno portato nella vita quotidiana. Nel questionario sono presenti domande sugli allenamenti e sulle gare nel periodo tra settembre 2020 e maggio 2021, sull’eventuale positività per Covid-19 dell’atleta e dei familiari conviventi, informazioni anagrafiche, un resoconto sull’attività fisica e sul benessere psicologico, sulle abitudini alimentari, e sull’esperienza digitale. I dati saranno raccolti, elaborati ed infine pubblicati.

per il questionario clicca qui